K 2016 – l’innovazione in primo piano

This article is available in the following languages:

Intervista con Werner Matthias Dornscheidt, Presidente del Consiglio di amministrazione della Messe Düsseldorf GmbH

Signor Dornscheidt, qualche settimana fa è scaduto il termine per le iscrizioni alla K 2016. Com’è stata la reazione dell’industria della gomma e delle materie plastiche a livello mondiale?
Assolutamente positiva! La domanda di spazio espositivo è nuovamente aumentata, tutti i 19 padiglioni del comprensorio fieristico di Düsseldorf sono completamente esauriti. Più di 3.000 espositori provenienti da tutti i continenti hanno dato la loro adesione e presenteranno le proprie innovazioni. Il panorama delle aziende partecipanti va dalle holding attive a livello globale fino alle star-up, e si estende a tutti i settori del mercato mondiale dei polimeri. La K 2016 proporrà un’offerta con un’ampiezza e una profondità davvero uniche.

Sarà possibile garantire la partecipazione di tutte le aziende che si sono iscritte finora?
La nostra promessa vale: tutte le aziende che hanno presentato domanda d’iscrizione entro il 31 maggio e le cui merci da esporre sono conformi alla nomenclatura della K 2016 otterranno uno stand. In alcuni casi bisognerà scendere a compromessi per quanto concerne le dimensioni dello stand stesso, ma sono convinto che sapremo trovare una soluzione valida per tutti i clienti.

Qual è la particolarità della K a Düsseldorf? In fondo esistono anche altre manifestazioni di settore con un elevato numero di espositori.
La K è la piattaforma delle novità assolute per l’industria della gomma e delle materie plastiche, da nessun’altra fiera partono altrettanti impulsi. Già da adesso, in tutto il mondo le aziende stanno lavorando per prepararsi all’appuntamento in ottobre del 2016 e fare un’ottima figura a Düsseldorf. E fare un’ottima figura significa presentare innovazioni di grande interesse. I prodotti innovativi, dopotutto, sono il presupposto essenziale per essere competitivi. Solo chi sa offrire nuove tecnologie, capaci di fornire vantaggi effettivi al cliente, sarà in grado di imporsi alla forte concorrenza globale.

Un altro particolare distintivo della K è l’elevato grado di internazionalità riscontrabile sia fra gli espositori che i visitatori. Questo aspetto rappresenta da un lato la garanzia per i visitatori specializzati di trovare tutti i segmenti dell’offerta proposti a livello di mercato mondiale; dall’altro in questo contesto gli espositori hanno occasione di scambio con gli esperti di settore provenienti da più di 100 paesi e possono incontrare potenziali clienti non raggiungibili in altra maniera.   

L’innovazione, dunque, si colloca in primo piano alla K 2016. Oltre alle presentazioni degli espositori, esistono anche altre proposte integrative, con informazioni relative alle novità e prospettive del settore? 
Sia le società industriali che gli istituti di ricerca presenteranno alla K 2016 nuovi sviluppi e opportunità future per l’industria della gomma e delle materie plastiche – presso gli stand degli espositori, così come nel quadro del vasto programma complementare che promette ulteriori vantaggi per gli operatori. Solo per citare due di questi elementi:

Nel quadro della mostra speciale, che sarà allestita al padiglione 6, verrà illustrato come la plastica saprà modellare il nostro futuro e risolvere i problemi di domani – il tutto in termini di funzionalità, estetica e sostenibilità. Temi come ad esempio l’efficienza delle risorse, strutture leggere, nuovi materiali e industria 4.0, ma anche il Marine Litter (rifiuti solidi in mare) saranno al centro dell’attenzione con dibattiti e presentazioni multimediali. L’organizzazione della mostra speciale è affidata all’industria tedesca delle materie plastiche sotto la responsabilità della PlasticsEurope Deutschland e dell’ente Messe Düsseldorf.

Mentre la mostra speciale si rivolge ai decision maker e – attraverso moltiplicatori e media – anche al vasto pubblico, lo Science Campus è il punto d’incontro della comunità scientifica. Istituzioni, università e scuole superiori presentano in questa sede i più recenti risultati di ricerca concernenti la complessa tematica globale della plastica e della gomma, e curano il dialogo con gli utenti industriali. 

Con un’offerta tanto ampia, è certo che i visitatori riescano a trovare tutti i punti di maggior rilievo della fiera?
Ne sono più che sicuro! La K 2016 ha una gamma di offerte estremamente fitta, ma al contempo una struttura altrettanto chiara. I padiglioni sono suddivisi in diversi settori:
• materie prime e ausiliarie
• semilavorati, particolari tecnici e prodotti in plastica rinforzata
• macchinari e impianti nonché
• servizi.
Questa configurazione consente al visitatore di trovare direttamente proprio gli espositori che fanno al caso suo e che rispondono ai suoi interessi professionali. Una ricca offerta di servizi in Internet semplifica la fase di preparazione alla fiera e il soggiorno nel comprensorio espositivo. E come ulteriore sostegno, l’Innovation Compass sarà ottimizzato e rappresenterà un aiuto per individuare ancora meglio i nuovi sviluppi degli espositori. 

Nel panorama mondiale delle fiere dedicate al settore della plastica e la gomma si è creato del movimento dovuto ad alcuni spostamenti di date. Che posizione occupa la K 2016 in questo contesto? 
Grazie all’ampiezza dell’offerta e all’ineguagliata internazionalità, la K detiene una posizione speciale a livello mondiale. Questa fiera rappresenta il nucleo centrale del settore e il punto di partenza per decisioni risolutive riguardo a prodotti, processi e problemi in generale. Uno dei segreti del successo della K è il concetto di base, ideato fin dagli albori assieme alle aziende e alle associazioni di settore e in continua evoluzione. Questa collaborazione paritaria si è rivelata valida e ha innalzato la fiera ai vertici incontestati che detiene ormai da decenni. E proprio di questi tempi ci giunge all’orecchio che produttori e decision maker danno la massima importanza a Düsseldorf come sede della manifestazione. Il calendario internazionale del settore si orienta all’appuntamento fisso della K.  


K 2016- The World’s No. 1 Trade Fair for Plastics and Rubber
Dal 19 al 26 ottobre 2016

La più importante fiera internazionale per l’industria delle materie plastiche e della gomma presenta anche all’edizione 2016 l’intero spettro di offerte del settore: dalle tecnologie d’avanguardia alle innovazioni rivoluzionarie, fino agli sviluppi più avveniristici. Alla K 2013, i 3.220 espositori, provenienti da 59 nazioni diverse, hanno dato prova delle proprie notevoli capacità; i 218.000 operatori del settore, provenienti da più di 100 paesi, hanno sfruttato la K come piattaforma di affari ideale per informazioni e investimenti. L’82% dei visitatori della K 2013 era direttamente coinvolto in processi decisionali d’investimento. I gruppi di visitatori presenti alla K sono produttori di articoli in plastica, sviluppatori, costruttori ed esperti di produzione provenienti dalle industrie applicative come ad esempio il settore automobilistico, dei beni di consumo, elettrotecnico ed elettronico, aeronautico e aerospaziale nonché il ramo edilizio.

La K 2016 si svolge in tutti i 19 padiglioni del comprensorio fieristico di Düsseldorf. I produttori di macchinari e impianti costituiscono tradizionalmente il gruppo più nutrito di espositori, le presentazioni dal vivo di complesse unità di produzione sono uniche al mondo. I produttori di materie prime, semilavorati e parti tecniche, puntano i riflettori su prodotti e applicazioni di nuova generazione nonché su soluzioni efficaci dal punto di vista energetico ed ecosostenibili. 

La K 2016 apre i battenti da mercoledì 19 ottobre a mercoledì 26 ottobre 2016, tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:30. Per dettagli vi invitiamo a consultare il sito www.k-online.com e i social network:

Ufficio stampa K 2019

Eva Rugenstein
(Abteilungsleitung)
Tel.: +49 (0)211 4560-240
Fax: +49 (0)211 4560-87240
RugensteinE@messe-duesseldorf.de

Desislava Angelova
(Sekretariat der Abteilungsleitung)
Tel.: +49 (0)211 4560-242
Fax: +49 (0)211 4560-87242
AngelovaD@messe-duesseldorf.de

Sabrina Giewald
(Sekretariat der Abteilungsleitung)
Tel.: +49 (0)211 4560-242
Fax: +49 (0)211 4560-87242
GiewaldS@messe-duesseldorf.de

In caso di pubblicazione, gradiremmo ricevere una copia-campione!

K 2016 – l’innovazione in primo piano

Intervista con Werner Matthias Dornscheidt, Presidente del Consiglio di amministrazione della Messe Düsseldorf GmbH

Signor Dornscheidt, qualche settimana fa è scaduto il termine per le iscrizioni alla K 2016. Com’è stata la reazione dell’industria della gomma e delle materie plastiche a livello mondiale?
Assolutamente positiva! La domanda di spazio espositivo è nuovamente aumentata, tutti i 19 padiglioni del comprensorio fieristico di Düsseldorf sono completamente esauriti. Più di 3.000 espositori provenienti da tutti i continenti hanno dato la loro adesione e presenteranno le proprie innovazioni. Il panorama delle aziende partecipanti va dalle holding attive a livello globale fino alle star-up, e si estende a tutti i settori del mercato mondiale dei polimeri. La K 2016 proporrà un’offerta con un’ampiezza e una profondità davvero uniche.

Sarà possibile garantire la partecipazione di tutte le aziende che si sono iscritte finora?
La nostra promessa vale: tutte le aziende che hanno presentato domanda d’iscrizione entro il 31 maggio e le cui merci da esporre sono conformi alla nomenclatura della K 2016 otterranno uno stand. In alcuni casi bisognerà scendere a compromessi per quanto concerne le dimensioni dello stand stesso, ma sono convinto che sapremo trovare una soluzione valida per tutti i clienti.

Qual è la particolarità della K a Düsseldorf? In fondo esistono anche altre manifestazioni di settore con un elevato numero di espositori.
La K è la piattaforma delle novità assolute per l’industria della gomma e delle materie plastiche, da nessun’altra fiera partono altrettanti impulsi. Già da adesso, in tutto il mondo le aziende stanno lavorando per prepararsi all’appuntamento in ottobre del 2016 e fare un’ottima figura a Düsseldorf. E fare un’ottima figura significa presentare innovazioni di grande interesse. I prodotti innovativi, dopotutto, sono il presupposto essenziale per essere competitivi. Solo chi sa offrire nuove tecnologie, capaci di fornire vantaggi effettivi al cliente, sarà in grado di imporsi alla forte concorrenza globale.
Un altro particolare distintivo della K è l’elevato grado di internazionalità riscontrabile sia fra gli espositori che i visitatori. Questo aspetto rappresenta da un lato la garanzia per i visitatori specializzati di trovare tutti i segmenti dell’offerta proposti a livello di mercato mondiale; dall’altro in questo contesto gli espositori hanno occasione di scambio con gli esperti di settore provenienti da più di 100 paesi e possono incontrare potenziali clienti non raggiungibili in altra maniera.   

L’innovazione, dunque, si colloca in primo piano alla K 2016. Oltre alle presentazioni degli espositori, esistono anche altre proposte integrative, con informazioni relative alle novità e prospettive del settore? 
Sia le società industriali che gli istituti di ricerca presenteranno alla K 2016 nuovi sviluppi e opportunità future per l’industria della gomma e delle materie plastiche – presso gli stand degli espositori, così come nel quadro del vasto programma complementare che promette ulteriori vantaggi per gli operatori. Solo per citare due di questi elementi: nel quadro della mostra speciale, che sarà allestita al padiglione 6, verrà illustrato come la plastica saprà modellare il nostro futuro e risolvere i problemi di domani – il tutto in termini di funzionalità, estetica e sostenibilità. Temi come ad esempio l’efficienza delle risorse, strutture leggere, nuovi materiali e industria 4.0, ma anche il Marine Litter (rifiuti solidi in mare) saranno al centro dell’attenzione con dibattiti e presentazioni multimediali. L’organizzazione della mostra speciale è affidata all’industria tedesca delle materie plastiche sotto la responsabilità della PlasticsEurope Deutschland e dell’ente Messe Düsseldorf.
Mentre la mostra speciale si rivolge ai decision maker e – attraverso moltiplicatori e media – anche al vasto pubblico, lo Science Campus è il punto d’incontro della comunità scientifica. Istituzioni, università e scuole superiori presentano in questa sede i più recenti risultati di ricerca concernenti la complessa tematica globale della plastica e della gomma, e curano il dialogo con gli utenti industriali. 

 

Con un’offerta tanto ampia, è certo che i visitatori riescano a trovare tutti i punti di maggior rilievo della fiera?
Ne sono più che sicuro! La K 2016 ha una gamma di offerte estremamente fitta, ma al contempo una struttura altrettanto chiara. I padiglioni sono suddivisi in diversi settori:
• materie prime e ausiliarie
• semilavorati, particolari tecnici e prodotti in plastica rinforzata
• macchinari e impianti nonché
• servizi.
Questa configurazione consente al visitatore di trovare direttamente proprio gli espositori che fanno al caso suo e che rispondono ai suoi interessi professionali. Una ricca offerta di servizi in Internet semplifica la fase di preparazione alla fiera e il soggiorno nel comprensorio espositivo. E come ulteriore sostegno, l’Innovation Compass sarà ottimizzato e rappresenterà un aiuto per individuare ancora meglio i nuovi sviluppi degli espositori. 

Nel panorama mondiale delle fiere dedicate al settore della plastica e la gomma si è creato del movimento dovuto ad alcuni spostamenti di date. Che posizione occupa la K 2016 in questo contesto? 
Grazie all’ampiezza dell’offerta e all’ineguagliata internazionalità, la K detiene una posizione speciale a livello mondiale. Questa fiera rappresenta il nucleo centrale del settore e il punto di partenza per decisioni risolutive riguardo a prodotti, processi e problemi in generale. Uno dei segreti del successo della K è il concetto di base, ideato fin dagli albori assieme alle aziende e alle associazioni di settore e in continua evoluzione. Questa collaborazione paritaria si è rivelata valida e ha innalzato la fiera ai vertici incontestati che detiene ormai da decenni. E proprio di questi tempi ci giunge all’orecchio che produttori e decision maker danno la massima importanza a Düsseldorf come sede della manifestazione. Il calendario internazionale del settore si orienta all’appuntamento fisso della K.  


K 2016- The World’s No. 1 Trade Fair for Plastics and Rubber
Dal 19 al 26 ottobre 2016

La più importante fiera internazionale per l’industria delle materie plastiche e della gomma presenta anche all’edizione 2016 l’intero spettro di offerte del settore: dalle tecnologie d’avanguardia alle innovazioni rivoluzionarie, fino agli sviluppi più avveniristici. Alla K 2013, i 3.220 espositori, provenienti da 59 nazioni diverse, hanno dato prova delle proprie notevoli capacità; i 218.000 operatori del settore, provenienti da più di 100 paesi, hanno sfruttato la K come piattaforma di affari ideale per informazioni e investimenti. L’82% dei visitatori della K 2013 era direttamente coinvolto in processi decisionali d’investimento. I gruppi di visitatori presenti alla K sono produttori di articoli in plastica, sviluppatori, costruttori ed esperti di produzione provenienti dalle industrie applicative come ad esempio il settore automobilistico, dei beni di consumo, elettrotecnico ed elettronico, aeronautico e aerospaziale nonché il ramo edilizio.
La K 2016 si svolge in tutti i 19 padiglioni del comprensorio fieristico di Düsseldorf. I produttori di macchinari e impianti costituiscono tradizionalmente il gruppo più nutrito di espositori, le presentazioni dal vivo di complesse unità di produzione sono uniche al mondo. I produttori di materie prime, semilavorati e parti tecniche, puntano i riflettori su prodotti e applicazioni di nuova generazione nonché su soluzioni efficaci dal punto di vista energetico ed ecosostenibili. 

La K 2016 apre i battenti da mercoledì 19 ottobre a mercoledì 26 ottobre 2016, tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:30. Per dettagli vi invitiamo a consultare il sito www.k-online.com

Luglio 2015

In caso di pubblicazione, gradiremmo ricevere una copia-campione!