05/24/2013

WM Wrapping Machinery S.A.

WM Wrapping Machinery SA all’appuntamento con la Fiera K 2013

FT 500
La fiera internazionale K 2013 sarà, come sempre, un importante appuntamento per tutti i termoformatori ed una occasione per fare il punto sullo stato dell’arte e sulle ultime innovazioni tecnologiche.
WM Wrapping Machinery SA di Stabio (Svizzera) sta preparando l’evento con particolare attenzione e in questa occasione presenterà nel proprio stand - Hall 3/A16- due modelli di macchine scelti tra quelli che compongono la gamma e che stanno riscuotendo un ampio interesse sul mercato.
Si tratta di una termoformatrice vuoto pressione modello FC 780 E IM2 della serie Speedmaster Plus, che consente la formatura ed il taglio, mediante fustella, nella stessa stazione di formatura ed equipaggiata con una seconda pressa di taglio per l’utilizzo di attrezzature che prevedono il taglio a ripresa in linea. Inoltre, la macchina è fornita di un robot a tre assi per le operazioni di conteggio, impilaggio (anche con sequenze A-B o A-B-C) e successiva evacuazione dei prodotti impilati.
La termoformatrice FC 780 E IM2 può ospitare stampi fino ad una dimensione di 780x570 mm ed il gruppo di formatura sviluppa una forza di chiusura pari a kN 750, sono presenti, già nella dotazione di serie, regolazioni motorizzate delle altezze sia del piano fisso inferiore che superiore consentendo cosi l’alloggiamento di stampi aventi altezze diverse senza l’obbligo di piastre di adattamento.
Tutti i movimenti dei piani, guidati su quattro colonne, sia della prima pressa di formatura/taglio, cosi come della seconda stazione di taglio a ripresa, sono ottenuti mediante servomotori che azionano in modo indipendente un sistema a doppia ginocchiera.
A questo proposito merita risalto l’aspetto del risparmio energetico che ha guidato la realizzazione di queste macchine; infatti motori ed azionamenti razionalmente dimensionati unitamente ad una accurata gestione delle rampe di accelerazione e decelerazione hanno portato a significative riduzioni dell’energia assorbita durante il ciclo produttivo e l’utilizzo di moduli rigenerativi provvedono in fase di frenatura nel movimento dei piani a trasformare l’energia cinetica in energia elettrica. Questa energia viene resa alla rete di alimentazione della macchina e riutilizzata all’interno della termoformatrice per altre applicazioni e non viene dissipata in calore.
Sempre per quanto riguarda l’aspetto energetico, si segnala l’utilizzo di un sistema Venturi multistadio per la creazione del vuoto in sostituzione della tradizionale pompa per il vuoto. Il sistema Venturi assorbe energia solo quando nel corso del ciclo, viene utilizzato il vuoto, al contrario la pompa rimane attiva per tutto il ciclo produttivo ed anche in questo caso la riduzione dei consumi si è rivelata significativa.
I forni di riscaldamento con regolazioni per file longitudinali indipendenti prevedono anche regolazioni individuali delle singole resistenze ed una serie di possibili parzializzazioni in funzione del passo di traslazione e del tipo di materiale da trattare.
All’interno del forno di riscaldamento inferiore è inoltre alloggiato un pirometro all’infrarosso che legge la temperatura della foglia e provvede, in circuito chiuso, ad auto regolare/correggere le temperature impostate in caso di variazioni ambientali, mantenendo cosi costante la temperatura reale della foglia.
Naturalmente la stazione di formatura prevede un gruppo con servomotore per l’azionamento degli imbutitori per il prestiramento della foglia.
Per tutto il periodo della fiera la macchina sarà presentata in dimostrazione con uno stampo per doppio portauova in APET.
La seconda termoformatrice che verrà presentata sullo stand appartiene alla serie Desmoformer modello FT 500, si tratta di una forma-trancia simultanea con piano inferiore basculante.
Questa macchina può ospitare stampi fino ad una dimensione di 570x375mm ed il gruppo chiusura sviluppa una forza di taglio pari a kN300, anche in questo caso una ricca dotazione di dispositivi completa l’impianto, a partire dal gruppo imbutitori con servomotore, fino a giungere al sistema di impilaggio con piastra rotante per l’evacuazione, il conteggio, l’impilaggio su singola fila dei prodotti termoformati.
Particolarmente interessante il gruppo di basculamento del piano inferiore che effettua una rotazione di 75 gradi. Il sistema sfrutta una combinazione di camme e leve, azionato da servomotore e basato su un doppio sistema desmodromico innovativo, che garantisce assoluta precisione e ripetibilità di movimento con una calibrata distribuzione delle potenze sia durante la fase di movimento che di taglio.
La termoformatrice presenterà uno stampo a 22 impronte per un contenitore troncoconico con bordo piano realizzato in polipropilene.
Naturalmente, sullo stand saranno inoltre disponibili video e documentazione tecnica di tutta la gamma di macchine termoformatrici WM che, oltre alle versioni sopracitate con diverse dimensioni stampo, comprendono anche impianti completi IN LINE, ossia con gruppi di estrusione foglia integrati sia per PS che PP opportunamente dimensionati per medie ed alte produttività, ovvero vere e proprie isole produttive con partenza dal materiale in granulo per giungere al prodotto finito confezionato passando per il riciclo immediato in linea degli sfridi di produzione.
Recentemente impianti IN LINE di questo tipo sono stati consegnati in Indonesia ed Australia portando ad oltre 150 il numero di impianti IN LINE costruiti da WM e funzionanti in tutto il mondo.
Altre informazioni sul sito: www.wm-thermoforming.com